Chiama gratis 800 999 555

ANIA: diminuiscono i veicoli non assicurati

Pubblicato il 22/07/2018

Buone notizie per le compagnie assicurative, che nel 2017 hanno visto calare il numero di veicoli senza una regolare copertura RC Auto di 100 mila unità. Secondo l’ANIA, l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative, le vetture non assicurate che hanno circolato sulle strade italiane sono state 2,8 milioni, pari al 6,3% del parco circolante, contro i 2,9 milioni rilevati nell’arco del 2016 (il 6,7% del totale).

Alta la percentuale di evasori al Sud

L'ANIA definisce significative le differenze tra le macroaree del nostro Paese. La media nazionale delle auto prive di polizza si attesta al 6,3%, una percentuale che scende intorno al 4,1% al Nord e al Centro e che invece sale al 10% al Sud. In particolare, l’Italia centrale fa segnare il proprio picco nella Regione Lazio, 9%, con Roma che risulta essere la città con il più alto tasso di evasori (9,8%). Nel Sud si distinguono i valori poco superiori alla media nazionale di Basilicata, Molise e Sardegna, mentre la Campania e la Calabria fanno segnare una percentuale di veicoli non assicurati pari a oltre il doppio della media italiana. Nelle due ultime regioni spiccano le province di Napoli e Reggio Calabria, in cui le mancate coperture RC Auto si attestano al 17% e al 13,7%.  

Si assiste anche a un calo delle tariffe

Nella news “Prezzi RC Auto: meno 27 per cento in cinque anni” abbiamo riportato che i prezzi delle polizze, grazie anche al contenimento dei sinistri, sono diminuiti complessivamente del 27% tra il 2012 e il 2017. La differenza rispetto alla media dei principali Paesi europei si è così ridotta, nello stesso periodo, da 213 a 78 euro, di cui 40 euro dovuti al differenziale di imposta. Anche il divario territoriale tra le aree con gli importi più alti e quelle con i prezzi più bassi, è diminuito di quasi il 40%. Le cose dovrebbero ulteriormente migliorare quando entreranno in vigore gli sconti obbligatori sulle tariffe assicurative previsti dal Ddl concorrenza, che punta sulla scatola nera per garantire uno sconto obbligatorio e un eventuale bonus aggiuntivo – quest’ultimo per gli automobilisti virtuosi che risiedono nelle province ad alta sinistrosità.

Sull’RC Auto incidono le frodi

Per tenere bassi i premi, sarà necessario continuare ad arginare il fenomeno delle frodi assicurative. L’ultima indagine dell’ANIA in materia rileva che nel 2017 si è ridotta al 22,4% l’incidenza media dei sinistri esposti al rischio truffa sul totale del campione di incidenti denunciati (era il 23,5% nel 2016). Il merito sarebbe proprio della diffusione della scatola nera, che limita la possibilità di ingannare le compagnie con falsi incidenti. Guardando le varie aree della penisola, è il Nord a confermarsi territorio con meno sinistri a rischio frode, 18,2% degli incidenti totali, seguita dal Centro, con il 21%, e dal Sud, con quasi il 35%.

Dall’ANIA anche una novità per il futuro dell’RC Auto

L’Associazione che rappresenta le compagnie non punta il dito solo centro le truffe, ma evidenzia l'esigenza di cambiare l'intero sistema assicurativo, che deve fare i conti con lo sviluppo delle tecnologie e con nuove forme di mobilità. “Occorre anche e soprattutto riformare il sistema”, spiega Bianca Maria Farina, presidente ANIA, “partendo dalle scale bonus-malus, ormai del tutto superate, passando a criteri che premino i comportamenti di guida di ciascun conducente". L’ANIA è pronta infatti a sperimentare polizze legate allo stile di guida degli automobilisti, con l'obiettivo di premiare i conducenti più diligenti. Questo progetto sarà testato inizialmente sul settore del car sharing, con un’assicurazione di base sull’auto collegata alla scatola nera: al termine del noleggio l’automobilista pagherà sia per il tempo di utilizzo che per come ha condotto il veicolo.

Non dimentichiamo di confrontare le offerte

Grazie a Segugio.it, il comparatore diventato oramai un punto di riferimento per ogni assicurato, è possibile individuare la polizza con le condizioni più favorevoli del mercato. Con Segugio.it basta compilare un unico modulo con le generalità dell’assicurato e i dati dell’autovettura per ottenere i preventivi delle diverse compagnie. Il sistema di calcolo online del portale fornirà risultati mirati per ogni profilo perché analizza in modo preciso e veloce tutte le informazioni inserite.

Ipotizzando una simulazione per un generico utente (40enne residente a La Spezia che ha appena acquistato una Audi A1 1.6 TDI 116 CV, assicurato in prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 20.000 chilometri), si scopre che il miglior prezzo al 9 di luglio è quello praticato da Zurich Connect, 330,95 euro, che prevede una copertura con formula di guida esperta (conducenti con più di 25 anni). La compagnia garantisce massimali di 7,5 milioni di euro sia per i danni alle cose che per quelli alle persone.

A cura di: Paola Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati