IVASS: tutti i numeri del mercato assicurativo

09/07/2018

IVASS: tutti i numeri del mercato assicurativo

L’ultima relazione dell’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) sul settore assicurativo evidenzia il buono stato di salute delle compagnie, nonostante i risultati relativi alla raccolta premi abbiano fatto segnare una performance non proprio positiva.

Le cifre rilevate dicono che nel 2017 i premi si sono fermati a 132 miliardi di euro, con una flessione del 2,5% rispetto al 2016, mentre nel primo trimestre del 2018 sono tornati a crescere del 2,1% rispetto al periodo ottobre-dicembre. Il calo dello scorso anno è legato soprattutto al settore vita, con i premi delle polizze tradizionali che sono passati dai precedenti 73 miliardi di euro ai 63 miliardi di euro.

L’Istituto sottolinea come le assicurazioni abbiano consolidato la loro solvibilità e profittabilità. Gli utili complessivi sono stati di quasi 6 miliardi di euro, 3,5 miliardi di euro dal settore vita e 2,5 miliardi da quello danni, con un ROE – Return on Equity, vale a dire l’indice che misura la redditività del capitale investito – di circa il 9%.

Per quanto riguarda il comparto dell'RC Auto, si è registrato uno stabilizzarsi del valore complessivo dei premi, confermato dai dati degli scorsi anni, quando il trend della raccolta è stato nettamente decrescente a causa della riduzione delle tariffe. Proprio quest’ultime potrebbero trovare un ulteriore ridimensionamento grazie agli sconti che partiranno il prossimo 10 luglio.

Il trend dei prezzi per l’assicurazione auto

Nei cinque anni dal 2013 al 2017 il premio medio per le polizze auto è sceso di oltre 100 euro, in più sono diminuite le disparità di prezzo tra le varie aree del territorio nazionale. Secondo gli esperti del settore, la discesa dei prezzi sarebbe da attribuire alla diffusione della scatola nera, visto che durante i cinque anni le polizze con il dispositivo satellitare sono passate dal 10% a oltre il 20% del totale, con punte nelle aree meridionali del 60%.

Le compagnie fantasma

L’analisi dell’IVASS affronta anche i numeri relativi ai siti che fanno phishing assicurativo, con più di cento falsi portali scoperti negli ultimi tre anni. “In sette casi su dieci”, commenta il presidente dell’Istituto, “si riesce a intervenire con la segnalazione all’autorità giudiziaria e la messa offline del sito, ma molti portali oscurati ricompaiono poco dopo sotto altro nome, facendo pensare a poche centrali criminali. Solo le Autorità inquirenti, alle quali continueremo a fornire segnalazioni e ogni possibile supporto, possono sradicare questa malapianta”.

Dell’argomento truffe ci siamo già occupati nella news “RC Auto, occhio alle truffe delle false compagnie”, in cui spieghiamo come essere sicuri di contrattare con una agenzia esistente. Collegandosi al sito www.ivass.it si potrà infatti consultare la lista delle compagnie italiane ed estere ammesse ad operare in Italia e l’elenco degli avvisi relativi a “Casi di contraffazione o società non autorizzate, siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione” del Registro unico degli intermediari assicurativi.

Ricordiamo poi che gli utenti della strada possono sincerarsi di essere assicurati con una reale compagnia tramite il Portale dell’automobilista, dove sono presenti i servizi di e-government del Ministero dei Trasporti. Il portale offre l’informazione grazie all’inserimento di due semplici dati, la tipologia di vettura (auto, moto, rimorchio) e il numero di targa.

Per risparmiare affidati a Segugio.it

Un modo sicuro per non incorrere in false assicurazioni è quello di confrontare le tariffe RCAuto su Segugio.it, il portale da cui è possibile valutare le proposte delle migliori compagnie sul mercato e scegliere il preventivo che più si addice al proprio profilo di assicurato.

Ipotizzando di voler stipulare una polizza per una Nissan Micra 1.5 dCi 8v Acenta (appena acquistata da un 33enne di Matera in prima classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 15.000 chilometri), si scopre che il miglior prezzo al 30 giugno è quello della compagnia Zurich Connect al prezzo di 201,81 euro, una copertura vincolata a un’età minima del guidatore di 25 anni (guida esperta). I massimali ammontano a 7,5 milioni di euro sia per i danni alle cose che per quelli alle persone. L’assicurazione copre anche la garanzia ricorso terzi da incendio in caso esplosione o scoppio del veicolo, ma solo per fatto non connesso alla circolazione stradale ed entro il limite di massimale di 150.000 euro per sinistro. L’assicurazione non applica la rivalsa assicurativa nel caso in cui il conducente guidi in stato di ebrezza, a condizione che il tasso alcolemico rilevato sia inferiore al limite stabilito dalla legge, maggiorato di 0,5 grammi per litro di sangue.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
IVASS: tutti i numeri del mercato assicurativo Valutazione: 3,7/5
(basata su 3 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare