Polizze accessorie: come si proteggono i motociclisti?

02/05/2018

Anche le assicurazioni moto, come per le auto, prevedono una serie di garanzie accessorie che completano la formula della responsabilità civile obbligatoria per legge.

Si tratta di garanzie facoltative che l’assicurato-motociclista può aggiungere a propria discrezione, secondo un’offerta che varia in base alla compagnia di riferimento.

Qui di seguito riportiamo le caratteristiche di quelle più sottoscritte e interessanti e ricordiamo che un modo per valutarle è quello di cliccare sulle offerte delle migliori RC Moto confrontate da Segugio.it.

La polizza Furto e Incendio

Questa clausola prevede l’indennizzo in caso del verificarsi dei due eventi negativi (sottrazione o incendio della moto) e si può attivare anche nel periodo di sospensione della polizza. Per quanto riguarda il furto, l’assicurazione copre la sottrazione sia parziale che totale, inclusa la manomissione della due ruote, mentre non indennizza i danni scaturiti dal furto di oggetti lasciati nel bauletto, nonché i danni dovuti ad atti vandalici (coperti da una garanzia a parte).

Per cause legate all’incendio, il contratto copre i danneggiamenti riportati dal veicolo per motivi inerenti al fuoco (quali corto circuito e surriscaldamento del motore). Il costo di questa garanzia dipende dal valore commerciale del veicolo assicurato, che si ricava dalla fattura di acquisto se il mezzo è nuovo, o dalle quotazioni di società o riviste specializzate se usato.

Come abbiamo avuto modo di riportare nella news "Cresce il Furto e Incendio nelle polizze RC Moto”, questa è la garanzia accessoria preferita dai centauri: secondo l’Osservatorio di Segugio.it la polizza furto e incendio ha fatto segnare durante il nuovo anno una sostanziosa crescita, arrivando a essere presente nel 12,9% delle stipule totali.

Infortuni del conducente

La tutela per eventuali lesioni fisiche può essere garantita dalla stipula dalla polizza Infortuni del conducente, da sottoscrivere a un prezzo che varia a seconda di diversi parametri (tipo di guidatore, provincia di residenza, classe di merito, chilometraggio percorso). La garanzia copre l’invalidità permanente o il decesso dell’assicurato che la sottoscrive e si attiva quando il centauro sale a bordo della propria moto, operando in conseguenza di malore o stato di incoscienza anche per gli infortuni subiti durante la fermata e la ripresa della marcia. L’evento negativo non deve essere determinato da abuso di alcolici, di psicofarmaci oppure da uso di stupefacenti o allucinogeni. La compagnia assicurativa prevede solitamente una franchigia (o scoperto) su questa polizza, oltre a un massimale che indica l’indennizzo massimo al quale si ha diritto in caso dell'applicazione della garanzia.

Assistenza stradale

Il servizio riguarda essenzialmente il soccorso stradale in caso di incidente o guasto, senza dover fronteggiare costi aggiuntivi in caso di intervento di un carro attrezzi. Dunque, offre all’utente la certezza di essere assistito in modo tempestivo e soprattutto 24 ore su 24.

La polizza assistenza stradale è particolarmente indicata per i motociclisti che possiedono un veicolo datato, che ha più probabilità di guastarsi e di necessitare di interventi di manutenzione, oppure per coloro che effettuano lunghi viaggi con la propria due ruote. Ricordiamo che nella maggior parte dei casi l’assistenza viene offerta senza alcun sovraprezzo ed è illimitato il raggio di chilometri entro il quale l’assicurato può usufruire del servizio. In più, alcune compagnie permettono di acquistare una polizza assistenza stradale che dà diritto a una prestazione con garanzie più ampie, come ad esempio l'estensione della garanzia all'estero, il pagamento delle spese di rientro a casa nel caso di sinistro avvenuto entro determinati chilometri oppure le spese di pernottamento.

Kasko e minikasko

Un ulteriore livello di protezione da applicare alla RC Moto è quello previsto dalle polizze kasko, che tutelano l’assicurato indipendentemente dalla responsabilità del sinistro. La kasko è probabilmente la polizza accessoria più costosa e cautelativa, visto che il verificarsi di un danno è maggiore rispetto all’auto a causa delle possibili cadute accidentali del centauro. Interessante anche la minikasko, anche se non molto frequente tra le stipule dei motociclisti: la garanzia va a coprire i danni subiti in caso di incidente con un altro veicolo identificato e può includere anche un’estensione per i danni all’abbigliamento.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Polizze accessorie: come si proteggono i motociclisti? Valutazione: 3,8/5
(basata su 21 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare