RC Auto, ancora un calo dei prezzi nel quarto trimestre

12/04/2018

Gli ultimi dati ufficiali sull’RC Auto ribadiscono che nel 2017 gli importi hanno subito un calo esponenziale. La conferma arriva dall’IPER, l’indagine statistica sui prezzi delle assicurazioni auto pubblicata sul Bollettino Statistico dell’IVASS (Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni), che ha rilevato nell’ultimo trimestre dello scorso anno una tariffa media di 417 euro. Confrontando la cifra con quella registrata durante i precedenti tre mesi, si nota un calo dello 0,8%, mentre è più consistente la variazione su base annuale, -1,1%.

Prezzi eterogenei sul territorio

Resta alta la variabilità degli importi sul territorio italiano, con un range che varia dai 303,2 euro della Valle d’Aosta ai 536,4 euro della Campania. Si nota una riduzione dei premi in quasi tutte le città: tuttavia, negli ultimi 12 mesi, solo 13 province – distribuite nel meridione e in Sicilia – presentano prezzi in diminuzione per oltre il 2%, con Reggio di Calabria che fa segnare il ribasso maggiore (-3,3%).

Napoli resta il capoluogo in cui l’RC Auto costa di più, facendo versare ai propri assicurati una media di 623 euro l’anno – una notizia di cui abbiamo parlato in maniera approfondita nella news "RC Auto Campania: le tariffe restano tra le più alte d’Italia", a seguire troviamo Prato, 606 euro, e Caserta, 541 euro. Le tariffe più economiche si trovano nella maggior parte dei casi al Nord, dove si segnalano i 303 euro di Aosta, i 308 euro di Pordenone e i 310,1 euro di Biella.

Tariffe alte per i più giovani

Osservando il premio per classe d’età, si scopre che gli assicurati fino a 24 anni pagano in media una cifra molto alta, 728,2 euro, mentre a versare meno sono gli assicurati over 60, che corrispondono 391 euro. Per quanto riguarda invece il premio in base alla classe di merito, si nota che il costo dell’RC Auto in prima categoria è particolarmente basso per i 35-44enni con 368,5 euro. Il divario con gli assicurati più giovani è notevole, visto che i ragazzi under 24 sborsano quasi il doppio (654,9 euro).

Distinguendo i contratti per assicurare la vettura in base al genere, si nota un numero di stipule maggiori per gli uomini con 1.200.648 polizze, contro le 842.325 delle donne. Il premio medio per il genere maschile risulta ancora una volta maggiore, 422,1 euro, contro i 409,7 euro delle donne.

Sempre più diffusa la scatola nera

Un altro dato riportato dall’IPER è quello relativo ai contratti che prevedono clausole di riduzione del premio grazie all’installazione sulla vettura della black box, il dispositivo che permette di registrare informazioni su come il guidatore conduce il veicolo. Nell’ultima parte del 2017 l’apparecchio è stato richiesto dal 20,5% degli assicurati, con un incremento dell’1,5% sullo stesso periodo del 2016.

Tra le province in cui gli automobilisti richiedono maggiormente la scatola nera troviamo Caserta, dove il 59,7% dei contratti includono questo dispositivo (+8,3% rispetto a 12 mesi prima). Alta anche la richiesta di Napoli, 53,3%, seguita a distanza da Caserta, 40,2%, Reggio Calabria 38,9% e Catania, 38,4%, che coincidono con le aree dove il costo della polizza RC Auto è mediamente più elevato. Non c'è da stupirsi se la sua diffusione è più bassa nell’area Nord-Est, in particolar modo a Bolzano, con il 3,7%, e a Belluno, con il 6,6%, dove assicurare un veicolo è più economico e il bisogno di ricorrere a questo dispositivo per abbassare il costo della polizza è decisamente minore.

Il vantaggio degli sconti obbligatori

Una notizia importante per gli assicurati è il Regolamento 37/2018 emanato lo scorso 27 marzo dall’IVASS, nel quale vengono definiti i criteri e le modalità per la determinazione degli sconti obbligatori RC Auto. Il primo abbuono (su proposta dell’impresa e previa accettazione degli assicurati) è legato al verificarsi di una di queste tre condizioni: ispezione preventiva del veicolo, installazione sul veicolo di meccanismi elettronici che ne registrano l’attività (scatola nera o equivalenti) oppure montaggio di meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore in caso di tasso alcolemico del guidatore superiore ai limiti di legge.

Il secondo sconto, definito aggiuntivo, sarà applicabile ai soggetti che negli ultimi quattro anni non hanno provocato sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria. Restano però due condizioni fondamentali, vale a dire che siano installati sul mezzo meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo e che gli utenti risiedano nelle province a maggiore tasso di sinistrosità e con premio medio più elevato.

Il modo più semplice per risparmiare è cercare la tariffa più conveniente su Segugio.it. Il portale, leader in Italia nel settore delle comparazioni, permette di confrontare i prezzi delle migliori assicurazioni presenti sul mercato, individuando la soluzione più economica e più adatta alle esigenze dell’utente.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
RC Auto, ancora un calo dei prezzi nel quarto trimestre Valutazione: 5/5
(basata su 3 voti)
800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare