Veicoli rubati: meno furti nel 2017

10/04/2018

Il furto d’auto rappresenta da sempre uno dei peggiori incubi degli automobilisti italiani, che considerano la propria vettura molto di più di un semplice mezzo di trasporto.

I dati più recenti in tema di veicoli rubati, resi noti dalla Polizia di Stato e relativi alla prima parte del 2017, indicano per il territorio nazionale un trend in calo. Tuttavia i numeri restano alti, visto che spariscono circa 278 auto al giorno, ovvero quasi 12 mezzi ogni ora. In totale, nel periodo gennaio-giugno sono scomparse oltre 50 mila vetture, l’8,5% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un dato certamente positivo riguarda però i ritrovamenti, saliti a oltre 49mila esemplari, con un incremento di oltre la metà nel raffronto diretto.

A fronte di questi dati, ricordiamo che sono invece in aumento i furti parziali, vale a dire la sottrazione di alcune componenti delle vetture di costo elevato. Tra le parti più ambite compaiono i fari a LED e i volanti multifunzione, il cui valore come abbiamo avuto modo di scrivere in "Auto, è boom di furti parziali" supera ampiamente i 1.000 euro.

Le città più colpite

Il fenomeno assume dimensioni diverse in base alla provincia analizzata. È Roma nei primi sei mesi del 2017 ad avere il primato per i furti d’auto, visto che da sola ha coperto il 17% dei mezzi trafugati a livello nazionale. A seguire troviamo Napoli (13,6%) e Milano (7,8%), che precede le due città del Sud, Bari (6,4%) e Catania (5,5%), mentre si classifica al sesto posto Torino (4,5%).

Quattro Fiat tra le auto più rubate

In cima delle preferenze dei ladri d’auto c’è la Fiat Panda, la vettura più venduta in Italia. Ne vengono rubate 4.649 unità, il 10,6% dei furti totali. A seguire troviamo la Punto, un modello giunto quasi al termine della sua lunga carriera, con 3.675 furti (l’8,38%), la Fiat 500 (3.567 unità) e la Lancia Ypsilon (1.804 unità). Tra le prime dieci è presente anche la Fiat Uno (settima con 1.161 esemplari sottratti), un record se si pensa che l’utilitaria del Gruppo torinese non si produce più da oltre 20 anni.

Ladri High-Tech

Sono sempre di meno i ladri che si avvalgono di metodi tradizionali (forzare lo sportello o rompere il vetro), mentre cresce l'utilizzo di tecnologie più sofisticate. Gli specialisti del settore utilizzano infatti la clonazione del trasponder per sbloccare le serrature delle porte e il jammer per neutralizzare gli allarmi. Tra i congegni hi-tech adoperati per portare a termine il furto ci sono i cosiddetti sistemi di riprogrammazione della chiave, che sfruttano la connessione alla porta OBD impiegata dai meccanici per la diagnostica della vettura.

Come proteggere la propria auto

L’antifurto satellitare è uno dei dispositivi più efficaci per difendere la vettura dai ladri, in quanto permette di rintracciare un veicolo rubato e di stabilire in modo esatto la sua posizione. Il suo funzionamento si basa sui localizzatori GPS, un sistema che comunica con la rete satellitare, e consente non solo di avvisare una centrale operativa che è in atto un tentativo di furto, ma anche di spegnere a distanza il motore dell’auto.

Particolarmente validi anche alcuni antifurti meccanici, come il blocca volante, una copertura che non consente di utilizzare lo sterzo, e il Block Shaft, un bloccasterzo supplementare che si aziona con una chiave che non può essere duplicata. Utile anche la blindatura della centralina, con il cervello dell’auto – situato all’interno del vano motore – che viene protetto da una copertura di metallo: in questo modo il ladro non ha la possibilità di sostituirla con una centralina universale in suo possesso, che gli permette di mettere facilmente in moto il mezzo.

Copertura assicurativa più completa

Il calo dei furti registrato lo scorso anno non tranquillizza i proprietari di auto, che si proteggono anche attraverso un’eventuale indennizzo fornito dalla compagnia assicurativa. In questa prima parte dell’anno c’è stato infatti un incremento della percentuale di utenti che ha scelto di stipulare la Polizza Furto e Incendio, la garanzia accessoria che può essere aggiunta alla responsabilità civile di base. La crescita, dal 22,09% al 23,79%, è stata rilevata dall’Osservatorio di Segugio.it, il portale che permette di usufruire dei premi più convenienti sul mercato proposti dalle varie compagnie.

Ricordiamo che per confrontare i preventivi RC Auto basta effettuare una simulazione semplicemente  inserendo pochi dati riguardanti le proprie generalità, la propria storia assicurativa e la tipologia di mezzo da assicurare.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Veicoli rubati: meno furti nel 2017 Valutazione: 4,5/5
(basata su 2 voti)
800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare