Tariffe RC Moto: il parere dei motociclisti

08/04/2018

Tariffe RC Moto: il parere dei motociclisti

I nostri centauri sono soddisfatti della loro polizza moto. È quanto emerso da un’indagine del portale Motociclismo.it secondo cui il 51,7% degli oltre 800 votanti non si lamenta del costo assicurativo pagato annualmente per la propria due ruote.

In particolare, il 38,7% pensa che la tariffa sia accettabile, mentre il 12,7% la ritiene addirittura conveniente (12,7%). Resta comunque alta la percentuale di chi giudica i premi ancora eccessivi (il 48,6%).

La spiegazione dei risultati ottenuti dall'indagine la fornisce lo stesso portale, perché analizzando il campione si è notato che la maggior parte di chi ha aderito al sondaggio proviene dalle regioni del nord Italia, un’area dove generalmente le tariffe risultano più basse rispetto al Centro e al Sud. Questa motivazione potrebbe spiegare la maggiore percentuale di centauri soddisfatti.  

Alta la fiducia alle compagnie online

Il 57,7% dei votanti ha stipulato un contratto con l’agenzia assicurativa che ha una filiale sul territorio, il 38,7% dà fiducia alle compagnie online. Il rapporto diretto con il proprio assicuratore è un punto a favore delle compagnie tradizionali perché trasmette ancora maggior fiducia in caso di bisogno, ma di fatto le polizze virtuali hanno aumentato il numero di clienti fidelizzati negli ultimi anni, grazie alle tariffe particolarmente vantaggiose e alla velocità e comodità di sottoscrizione, con la stipula direttamente da casa e i pagamenti online.    

Il prezzo resta il fattore più importante

Il 33,1% del campione sceglie la polizza moto in base al costo, mentre il 19,7% dà la priorità al numero e alla qualità delle garanzie offerte dalle varie compagnie. Tra le coperture facoltative emergono la protezione in caso di infortunio al conducente (votata dal 2,8% dei partecipanti), il soccorso stradale (4,9%), la tutela legale (6,3%) e la garanzia in caso di furto o incendio (10,6%). 

Ricordiamo che la preferenza dei motociclisti per la Polizza furto e incendio da aggiungere all’RC base è confermata anche dall’Osservatorio di Segugio.it, il bollettino che fornisce un quadro delle caratteristiche dei contratti per ogni provincia italiana. Secondo il portale, le richieste delle stipule che inseriscono questa formula sono quasi raddoppiate dal 2011, passando dal 5,77% all’attuale 10,5%.

Sempre secondo il sondaggio, il 15,5% dei centauri reputa fondamentale la possibilità di poter interrompere il contratto durante l’anno, un’opzione prevista dalle cosiddette polizze sospendibili. Si tratta di una normale RC Moto annuale, con il vantaggio rispetto a quella tradizionale di poter essere interrotta e conseguentemente di allungare la validità del contratto oltre i 12 mesi. La compagnia può imporre determinati vincoli per questa tipologia di contratto, specificati al momento dell’acquisto, come ad esempio il tetto massimo di una sola sospensione e una durata minima di un mese. È bene non dimenticare il vantaggio di natura economica, in quanto il premio pagato e non goduto durante la sosta del mezzo viene congelato.

Black box? No, grazie

A differenza delle auto – come si può leggere nella news "Scatola nera, si triplica la sua diffusione sul mercato" – la black box è un dispositivo poco apprezzato dai centauri. Il 38% sostiene infatti che non la monterebbe sulla propria moto per questioni legate alla propria privacy, l’8,5% non la ritiene necessaria perché paga già una tariffa bassa. Contrario alla sua instalalzione, senza alcuna motivazione, il 7,7% del campione. Solo uno su tre adotterebbe la scatola nera, ma con il vincolo che la compagnia operi uno sconto sul premio superiore agli attuali 100 euro all’anno.

RC Moto convenienti? Una mano arriva da Segugio.it

Ricordiamo che il portale permette di individuare l’RC Moto più vantaggiosa sul mercato, grazie al confronto delle polizze offerte dalle varie compagnie.

Ipotizzando di voler stipulare al 27 marzo una polizza per una Suzuki Burgman 650 Executive ABS (acquistata nel 2018 da un 35enne romano in prima classe di merito, percorrenza annua di 7.500 chilometri), risulta che il miglior prezzo è quello proposto da Verti, 440,67 euro, il cui contratto rinuncia ad esercitare il diritto di rivalsa se al momento del sinistro il conducente guida con patente scaduta (purché venga rinnovata entro 90 giorni dalla data dell’evento). La compagnia applica la formula di guida esperta, rendendo la moto utilizzabile solo dai guidatori che hanno un’età superiore ai 26 anni.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Tariffe RC Moto: il parere dei motociclisti Valutazione: 3,7/5
(basata su 3 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare