Neopatentati: come non far pesare l’RC Auto

29/03/2018

Neopatentati: come non far pesare l’RC Auto

L'assicurazione auto è una delle spese annuali che può incidere pesantemente sul portafoglio dell’automobilista. Questo vale soprattutto per i neopatentati, che sono soggetti a una RC Auto molto più cara rispetto a chi ha maturato più anni di esperienza alla guida: la spesa rispetto a quest’ultimi può essere superiore anche di mille euro.

A danneggiare i più giovani è l’età ma anche la scarsa esperienza al volante, con le compagnie che tendono ad applicare prezzi maggiori ai soggetti fino a 26 anni poiché considerati più a rischio di incidenti.

Freschi di patente, quanto si paga per l’assicurazione?

Un giovane patentato che si assicura per la prima volta può arrivare a pagare a Napoli il doppio rispetto a quanto verserebbe un suo coetaneo di Roma e quasi il triplo rispetto a un neopatentato di Milano. I dati arrivano da alcune simulazioni effettuate nei 20 capoluoghi di regione tramite il portale Segugio.it: i preventivi ottenuti hanno riguardato un generico profilo di neopatentato, 19enne in 14esima classe di merito che assicura per la prima volta una Lancia Ypsilon 1.2 69 CV Gold e che percorre in media 15 mila chilometri annui. In particolare, se a Milano la miglior tariffa per chi si mette al volante per la prima volta è pari a 709 euro, a Firenze sale a 903 euro, mentre a Roma arriva a 995 euro. Importi più alti in alcune città del Sud: la miglior tariffa per un nuovo patentato residente a Bari è infatti pari a 1.082 euro, un premio che sale addirittura a 1.883 euro se residente a Napoli. Da notare che a Palermo (889,82 euro), Cagliari (864,3) e Catanzaro (816,34) il miglior preventivo è più basso rispetto a quanto calcolato a Torino (995,77 euro). Tra i capoluoghi con l’ammontare più basso troviamo Aosta, 433,75 euro, Trento, 590 euro, e Campobasso, 595,76 euro. Ricordiamo che Segugio.it resta il punto di riferimento per trovare l’assicurazione più economica. Il portale individua la miglior polizza grazie al confronto tra le diverse compagnie partner presenti sul mercato. 

Neopatentati e Legge Bersani

Per i giovani che posso usufruire del Decreto Bersani, le tariffe calano sensibilmente. Si tratta di una norma entrata in vigore nel 2007, che rende possibile far ereditare a un guidatore la Classe di merito di un proprio familiare convivente, a patto che vengano rispettate determinate condizioni. Per usufruire della Legge Bersani occorre sottoscrivere una nuova polizza auto: in più, è possibile acquisire la Classe CU solo da un veicolo circolante e assicurato, e solo se la vettura acquistata non è stata mai assicurata dal nuovo proprietario.

Supponendo che il diciannovenne consegua la prima classe di merito del proprio genitore, risulta che a Napoli il premio scende a 1.484 euro mentre a Roma e Milano si spendono rispettivamente 654 e 449 euro.

Ddl concorrenza, vantaggi per i più giovani?

La nuova Legge sulla concorrenza varata dal Governo aiuterà sicuramente ad arginare le tariffe dei neopatentati grazie agli sconti previsti dalle clausole antifrode – di cui si può leggere nell’articolo "RC Auto: è legge il Ddl concorrenza". Si tratta di condizioni che verranno rispettate grazie all’ispezione preventiva del veicolo o al montaggio sulla vettura di alcuni dispositivi, come l’alcolock (il rilevatore che misura il tasso di alcolemia) o la scatola nera.

Non solo assicurazione

Quello dell’RC Auto non è l’unico problema che i giovani automobilisti devono affrontare. Ricordiamo infatti che i neopatentati sono soggetti alle limitazioni imposte dal Codice della Strada in tema di vetture utilizzabili: l’articolo 117 vieta infatti di mettersi al volante degli autoveicoli con Potenza Specifica (PS) superiore ai 55 kilowatt, vale a dire con rapporto peso-potenza che supera i 75 cavalli per tonnellata – un argomento che può essere approfondito nella news "Freschi di patente? Occhio alle auto consentite". Per quanto riguarda le infrazioni al Codice della Strada, il neopatentato è soggetto a una decurtazione dei punti patente che si raddoppia rispetto a un guidatore più esperto: in caso di sospensione della licenza, si applica un periodo che per la prima violazione è maggiore di un terzo e che si raddoppia per le volte successive – salvo diverse disposizioni dello stesso Codice.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Neopatentati: come non far pesare l’RC Auto Valutazione: 4,2/5
(basata su 10 voti)
800 999 555 ASSISTENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare