Chiama gratis 800 999 555

Sinistro in moto causato da un’auto. Ecco cosa fare.

Pubblicato il 28/02/2018

Gli incidenti che coinvolgono i motocicli avvengono in molti casi contro autovetture o autocarri, una situazione sicuramente rischiosa per i centauri perché più esposti non solo ai danni del mezzo ma anche a quelli fisici.

Come farsi risarcire

Il classico sinistro causato da una quattroruote può essere indennizzato al motociclista tramite il Risarcimento diretto, una procedura di rimborso in vigore dal primo febbraio del 2007 che permette all'assicurato di rivolgersi direttamente alla propria compagnia al fine di snellire e velocizzare l’iter. Il risarcimento diretto può essere applicato in presenza dei seguenti requisiti:

- il sinistro si è verificato soltanto tra due veicoli;

- entrambi i veicoli coinvolti devono essere identificati, stati immatricolati in Italia e con una polizza assicurativa in essere;

- in caso di feriti, le lesioni da essi riportate devono essere considerate lievi, ovvero non devono superare la soglia del 9% di permanente invalidità.

In tutti gli altri casi sarà necessario seguire la procedura tradizionale, ovvero richiedere i danni alla compagnia assicurativa della controparte. L'assicuratore, una volta stabilita la percentuale di colpa, ha a disposizione 60 giorni per far pervenire un'offerta alla parte lesa, una tempistica che si dimezza quando la constatazione amichevole è firmata da entrambi i conducenti dei veicoli.

E se l’auto non è assicurata?

Se la macchina che ha causato l’incidente è sprovvista di una regolare copertura RC Auto, allora il motociclista potrà rivolgersi al Fondo di Garanzia Vittime della Strada per ottenere il risarcimento completo sia dei danni fisici che di quelli materiali. Ricordiamo che in caso di incidente con un mezzo non identificato è previsto invece solo il risarcimento integrale dei danni alla persona, mentre verranno corrisposti anche quelli alle cose – ma con una franchigia di 500 euro – se i danni fisici sono gravi. Nell’articolo Fondo di garanzia vittime della Strada: quando farne richiesta? abbiamo spiegato che il Fondo è finanziato con un’aliquota sui premi (attualmente il 2,5%) e opera nei limiti dei massimali di legge vigenti al momento del sinistro, vale a dire 6,070 milioni di euro per i danni alle persone e 1,220 milioni per quelli alle cose.

Ancora alta l’evasione assicurativa

L’ultimo dato riportato dall’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative) parla di 2,9 milioni di veicoli sprovvisti di copertura RC Auto durante il 2016 – pari al 6,7% del totale dei mezzi circolanti – una cifra però in diminuzione rispetto ai 3,4 milioni del 2015 e 3,9 milioni del 2014. Tale percentuale raggiunge mediamente il 10,7% nelle province del Sud (era l’11,1% nel 2015, il 13,5% nel 2014), il 6,6% nel centro Italia (era l’8,2% nel 2015, l’8,5% nel 2014) e il 4,3% al Nord (era il 5,2% nel 2015, il 6,2% nel 2014). Come già accennato nella news RC Auto: più automobilisti virtuosi e meno evasione assicurativa, potrebbe avere contribuito a tale riduzione il processo di dematerializzazione del contrassegno di assicurazione (in vigore dalla fine del 2015) che permette alle Forze dell’Ordine di verificare la regolarità della copertura dei veicoli in modo automatico grazie all’accesso a un archivio informatico.

Prezzi RC Auto ancora sopra la media europea

A constribuire in maniera importante all’evasione assicurativa c'è anche la tariffa media delle polizze, in diminuzione negli ultimi 5 anni ma ancora più alta rispetto alla media europea. Il divario rispetto alla media degli altri Stati membri – calcolato sulla base degli andamenti dell’indice dei prezzi Rc Auto rilevati da Eurostat – si è attestato durante il 2016 a circa 100 euro. Ricordiamo che per tagliare la spesa basta utilizzare il servizio di comparazione di Segugio.it, con cui un utente può individuare la polizza più economica del mercato. Inoltre, è possibile confrontare diverse polizze auto e moto in modo semplice e intuitivo e senza dover inserire più volte gli stessi dati.

A cura di: Paola Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati