Chiama gratis 800 999 555

Polizza atti vandalici, perché farla?

Pubblicato il 16/02/2018

L’assicurazione sugli atti vandalici è una garanzia facoltativa che può essere sottoscritta dall’assicurato pagando un supplemento rispetto alla polizza RC Auto obbligatoria, la cui entità dipende dalla compagnia scelta.

I danni coperti dalla Polizza atti vandalici sono provocati da sommosse, cortei violenti, tumulti popolari o singoli disturbatori: si va dalla semplice riga sulla carrozzeria fino all’incendio della vettura. Questa estensione del pacchetto assicurativo base può essere scelta sia da chi è in possesso di un nuovo veicolo che dai proprietari di un mezzo storico o di pregio. 

Come funziona?

Chi subisce un atto vandalico deve fare denuncia del danno alle autorità competenti per quel territorio (Polizia o Carabinieri) e solo in seguito rivolgersi alla propria agenzia assicurativa. L’utente sarà risarcito per l’importo totale o parziale del mezzo ma al netto di una franchigia, vale a dire una quota del danno che rimane a carico dell’assicurato. A tal proposito, la compagnia prevede l’intervento di un perito che avrà il compito di verificare l’entità e la causa dei danni al veicolo: si tratta di una clausola antitruffa utilizzata dall’impresa per contrastare eventuali raggiri messi in atto da quegli automobilisti che cercano di far passare una loro distrazione per un atto vandalico. L'annullamento di questa garanzia avviene contestualmente all'annullamento dell'assicurazione RC Auto tradizionale. Da notare che la maggior parte delle compagnie propongono la polizza Atti vandalici abbinata alla formula del Furto e Incendio e riconoscono solo un indennizzo nel corso di un’annualità assicurativa.

Furto e Incendio: la garanzia accessoria più diffusa

È la polizza facoltativa più conosciuta e sottoscritta dagli assicurati italiani, con gli ultimi dati del secondo semestre 2017 – riportati nella news "Cosa copre la garanzia accessoria del Furto e Incendio?" – che la vedono a una percentuale di oltre il 22% per le auto e al 9,2% per le moto. Ricordiamo che per quanto riguarda il furto, il veicolo è assicurato in caso di sottrazione sia parziale che totale, inclusa la manomissione, mentre non indennizza i danni derivanti dalla rottura o rapina di oggetti lasciati nel veicolo, nonché i danni dovuti ad atti vandalici (coperti da una garanzia a parte). Per cause legate all’incendio, il contratto copre i danneggiamenti riportati dal veicolo per motivi inerenti al fuoco (quali corto circuito e surriscaldamento del motore). Per quanto riguarda l’assicurazione incendio, estende spesso le sue garanzie di risarcimento ai terzi, quali ad esempio la struttura in cui sosta abitualmente il veicolo oppure altre vetture coinvolte nel rogo.

Il pagamento da parte dell’assicurazione varia in base all’evento che si verifica: in caso di danneggiamento, l’indennizzo equivale all’importo necessario per le riparazioni, considerando il degrado d’uso per i pezzi che sono sostituiti, mentre per la distruzione o il furto totale l’importo liquidato corrisponderà al valore commerciale del mezzo (solitamente la quotazione eurotax) al momento dell’episodio negativo.

Con Segugio.it si può scegliere la polizza più adatta alle proprie esigenze di guida

Il sistema di calcolo del comparatore online fornisce risultati mirati per il proprio profilo di assicurato perché analizza in modo preciso e veloce le informazioni inserite. Inoltre permette di personalizzare i preventivi ottenuti selezionando le garanzie accessorie preferite. Volendo ad esempio assicurare una Alfa Romeno Giulia 2.2 Turbodiesel 150 cavalli (acquistata da un 37enne di Cesena, prima classe di merito, nessun sinistro negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 20.000 chilometri), si distingue l’RC Auto offerta da Zurich Connect, che propone una copertura per guidatori esperti (età superiore ai 25 anni) al prezzo annuo di 215,34 euro. L’assicurazione garantisce 7,5 milioni di euro di massimale sia per i danni alle cose che per quelli alle persone. Qualora il veicolo sia guidato da persona in stato di ebbrezza e solo per il primo sinistro, Zurich limiterà la rivalsa a 2.500 euro. L’impresa rinuncia anche ad esercitare il diritto di rivalsa se al momento dell’incidente il conducente guida con patente scaduta, purché la licenza di guida venga rinnovata entro 90 giorni dalla data dell’evento negativo.

Vantaggiosa anche la tariffa offerta da Direct Line, che garantisce un contratto per guidatori esperti (età superiore ai 26 anni) a 265,93 euro per 12 mesi. In questo caso i massimali riconosciuti dalla compagnia sono di 7 milioni di euro per i danni alle persone e 2,5 milioni per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli
Confronta le assicurazioni e risparmia Trova la polizza migliore

Articoli correlati