RC Auto e risparmio: il reale trend dei prezzi

12/01/2018

Risparmiare sulla polizza RC Auto è l’obiettivo che gli assicurati si propongono anche per il 2018 e i dati forniti dall’ANIA, Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative, parlano proprio di un consistente calo dei premi in atto dal lontano 2012.

A confermarlo ci sono le considerazioni degli esperti. Secondo Emanuele Anzaghi, vicepresidente di Segugio.it, i prezzi delle assicurazioni hanno subito un ribasso fino al 2016 per poi stabilizzarsi durante lo scorso anno. Il calo degli importi negli ultimi 5 anni sarebbe stato del 25% per le assicurazioni auto e del 18% per i contratti riguardanti le moto, percentuali riferite in particolare agli utenti che hanno scelto di cambiare compagnia o che hanno assicurato mezzi nuovi.   

Quanto si spende per l’RC Auto?

Secondo l’Osservatorio di Segugio.it il costo medio di un contratto RC Auto si è attestato nell’ultimo anno sui 428 euro, un ammontare che include le tasse e il contributo al Servizio Sanitario Nazionale. Anzaghi sottolinea come il dato sia variabile in base al tipo di mezzo, ma anche al territorio in cui si assicura l’utente, passando dai 300 euro che si spendono nelle province di Belluno e Trento ai 700 euro dei comuni di Napoli e Prato.  

Le ultime rilevazioni dell’ANIA, riportate nella news La tendenza di settembre dei prezzi RC Auto, dicono che le coperture giunte a rinnovo nel mese di settembre dello scorso anno sono scese (prima delle tasse) del 3,5% rispetto allo stesso periodo del 2016, passando da 361 a 349 euro. Il risparmio è più consistente se si analizzano le tariffe del nono mese nell’ambito degli ultimi cinque anni, con il 2012 che faceva registrare un valore medio di 448 euro, 99 euro in più rispetto agli stessi 30 giorni del 2017.

Le riduzioni rispetto a ciascun anno precedente sono state le seguenti: -20 euro nel 2013, -26 euro nel 2014, -24 euro nel 2015, -16 euro nel 2016 e -12 euro nel 2017. La statistica è relativa alla sola garanzia di responsabilità civile e considera solo i contratti rinnovati nei portafogli delle imprese (di cui si conosce il premio pagato nell’annualità precedente), mentre esclude le cosiddette polizze temporanee, di cui abbiamo parlato anche nella news Assicurazioni, la convenienza di quelle temporanee e chilometriche.

A settembre 2017 sono stati rilevati circa 2,5 milioni di contratti per un incasso premi pari a quasi 855 milioni di euro. Il 76,8% delle stipule ha riguardato il settore delle autovetture, il 7,8% quello dei motocicli e il 2,7% quello dei ciclomotori. In particolare, le quattroruote hanno registrato una diminuzione lievemente inferiore alla media calcolata sul totale dei veicoli, -3,2%, mentre si è mantenuto sostanzialmente stabile il premio medio dei motocicli, che si attesta sui 261 euro (era 263 a settembre dello scorso anno).

Tendenza dei premi per il 2018

Secondo il vicepresidente di Segugio.it, i prezzi dell’RC Auto nell’anno in corso potrebbero aumentare per i clienti di alcune compagnie, un trend che però sarà contrastato dalla maggiore trasparenza e competitività del mercato. Ricordiamo che il settore delle assicurazioni è stato interessato ultimamente dalle novità del Ddl concorrenza, il provvedimento in vigore dallo scorso 29 agosto che promette sconti sui contratti RC Auto che accettano clausole antifrode (ispezione del veicolo e montaggio della black box).

Il consiglio per gli utenti è anche di monitorare la spesa tramite l’uso dei comparatori online, uno strumento che negli ultimi anni ha contribuito alla riduzione del costo delle polizze. “I consumatori”, spiega lo stesso Anzaghi, “dovranno stare attenti anche a non scegliere prodotti eventualmente più convenienti che siano più poveri dal punto di vista assicurativo, ovvero prestare attenzione a non spendere meno, ma assicurarsi anche meno”.

Il risparmio di Segugio.it

Il miglior compromesso si ottiene effettuando una simulazione con lo specifico form, che permette di confrontare i preventivi delle principali imprese assicurative sul mercato e che meglio si addicono alle esigenze di ogni guidatore. Ipotizzando di voler assicurare una Mini 2.0 Cooper SD automatica 5 porte (acquistata da un 40enne di Vercelli, prima classe di merito da più anni, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 20.000 chilometri), si scopre che il prezzo più basso è quello di Direct Line che propone una copertura per guidatori esperti (più di 26 anni) a 220,48 euro. Buoni i massimali, che si attestano sui 7 milioni di euro per i danni alle persone e a 2,5 milioni di euro per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
RC Auto e risparmio: il reale trend dei prezzi Valutazione: 3,8/5
(basata su 29 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare