Ddl concorrenza, niente controllo automatico dell’assicurazione

02/10/2017

Sono trascorsi più di 20 anni da quando per la prima volta in Italia, si iniziavano a sentire i primi discorsi legati ad Internet e alle tecnologie di navigazione. 

ll primo collegamento alla Rete Internet in Italia fu realizzato da un gruppo di ricerca dell’Università di Pisa, stabilendo una connessione alla rete Arpanet-Internet grazie ad un macchinario, il “Butterfly gateway”, una sorta di mega router (e modem) fornito direttamente dal Governo americano. In questo modo il nostro Paese, insieme a Norvegia, Inghilterra e Germania Ovest, fu tra i primi a collegarsi a Internet.

Negli anni abbiamo visto le tecnologie di connessione svilupparsi sempre più rapidamente, sia in ambito Adsl sia per quanto riguarda la Fibra Ottica, grande protagonista del mercato degli ultimi anni. Il Governo, circa due anni fa, ha approvato il Piano Strategico per la banda ultralarga, con lo scopo di raggiungere gli obiettivi dettati dall’Agenda Europea 2020 in tema di miglioramento ed estensione delle infrastrutture di connettività veloce in fibra ottica.

Lo scopo di questo provvedimento è di coprire l’85% del territorio con servizi Internet pari o superiori a 100 Mbps, e di offrire al 100% della cittadinanza un accesso alla rete di almeno 30 Mbps. In quest’ottica giocano un ruolo fondamentale la semplificazione amministrativa, la riduzione degli oneri per interventi di infrastrutturazione, la realizzazione di opere dedicate alle aree a fallimento di mercato (dette Aree Bianche), la creazione del catasto del sopra e del sottosuolo. 

L’investimento previsto è pari a 5 miliardi di euro di fondi pubblici nazionali, 3,5 miliardi provenienti dal Fondo Sviluppo e Coesione e 1,8 miliardi da programmi operativi nazionali e regionali. Stando alle stime del Ministero dello Sviluppo economico, dal 2015 al 2018 la popolazione raggiunta da internet fino a 30 Mbps passerà dal 26,4% al 71,5% (oggi si attesta 35,4%).

La Fibra Ottica a 100 Mbps aumenterà dal 10,1% al 23,1% (nel 2017 è all'11%). Per capire meglio di cosa stiamo parlando e come orientarsi nella scelta della propria connessione Internet, è opportuno operare un distinguo fra Fibra Ottica e Adsl, evidenziando le peculiarità.

Partiamo dall’infrastruttura a supporto delle due tecnologie. La connessione ADSL si basa sull’utilizzo della linea telefonica: per attivarla è sufficiente un doppino telefonico. Per la fibra, serve che la zona di residenza sia cablata. Come fare a scoprirlo?

Su sito Segugio.it è attivo uno specifico strumento, l’osservatorio sulla copertura della fibra ottica, volto a controllare quale sia lo stato della rete a banda larga e ultra larga nel proprio comune. In questo modo è possibile scoprire se nella propria città è disponibile una connessione veloce a 100 Mega o superiore. La fibra ha il vantaggio di garantire maggiore stabilità nella connessione e permette di avere connessione elevata sia in fase di upload sia di download.

Nella nostra faq "Qual è la differenza fra ADSL e fibra ottica?" vengono spiegati in dettaglio tutti i fattori che caratterizzano le due tecnologie. Per il consumatore che si trova a decidere cosa attivare, va ribadito tuttavia che la scelta fra l’una è l’altra è dettata sia dalle proprie necessità di connettività sia dalla copertura geografica offerta dagli operatori.

Per rendersi conto di quali possono essere le soluzioni più adatte alle proprie esigenze, è possibile effettuare una simulazione gratuita sul sito Segugio.it.

Al 29 novembre, per una connessione Adsl + Telefono a Milano, con velocità di 100 Mb e chiamate illimitate, abbiamo tra le offerte più convenienti Ultrafibra Giga di Tiscali al costo di 19,95 euro per i primi 12 mesi, 34,95 euro per i successivi. Tra i vantaggi abbiamo l'attivazione e Modem Gratis, 60 minuti gratuiti per le chiamate internazionali, Sim Tiscali Mobile con 2 Giga al mese.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Ddl concorrenza, niente controllo automatico dell’assicurazione Valutazione: 3,9/5
(basata su 7 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare