logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

RC Familiare: come funziona e quali i vantaggi per chi si assicura

Aggiornato settembre 2020

Il Decreto fiscale 2020 ha introdotto l’RC familiare, che dal 16 febbraio estende il raggio d’azione del Decreto Bersani a tutti i mezzi trasporto posseduti dalla stessa famiglia. Si tratta di una delle novità più importanti degli ultimi anni per il settore delle assicurazioni, che ha l’obiettivo di ridurre i premi pagati dalle famiglie italiane.

Cosa prevede la Legge Bersani

Entrata in vigore nel 2007, permette al proprietario di un veicolo acquistato nuovo o usato di acquisire la stessa classe di rischio di un mezzo circolante e assicurato già in suo possesso o in possesso di un componente del nucleo familiare convivente. Dunque, chi stipula un nuovo contratto può utilizzare l'attestato di rischio di una polizza già esistente ed ereditare, così, la stessa classe di merito. Le fasce di popolazione che traggono maggiori benefici nell’applicazione della Legge Bersani sono soprattutto quelle dei più giovani e dei neopatentati, da sempre i più penalizzati dalle compagnie per la poca esperienza alla guida.

Tuttavia, la Legge Bersani presenta due limiti: il primo è che la classe di merito può essere trasferita solo tra stesse tipologie di veicoli, come ad esempio tra due auto o due moto. Il secondo, che il Decreto è applicabile soltanto per l'acquisto di un veicolo (nuovo o usato) mai assicurato dal nuovo proprietario, che può prendere la classe di merito di un veicolo circolante e assicurato.

Le novità inserite dall’RC familiare

La nuova norma interviene sulle due condizioni elencate sopra. L’RC familiare prevede che la migliore posizione assicurativa sia disponibile per i vari componenti della famiglia su qualsiasi veicolo, anche di diversa tipologia rispetto a quello già assicurato o da assicurare. Viene meno quindi l’accesso alla classe più conveniente solo per assicurare un ulteriore veicolo della medesima tipologia.

In più, sarà possibile acquisire la migliore classe di merito maturata dai componenti della famiglia anche per una polizza esistente e non solo per un veicolo appena acquistato e mai assicurato. Tuttavia, l'attestato di rischio dell’assicurato che eredita la classe non deve includere sinistri con responsabilità esclusiva o principale o paritaria negli ultimi 5 anni. Se si rispetta questo requisito, chi ha un mezzo da assicurare potrà sfruttare la classe di rischio più vantaggiosa di un ulteriore veicolo intestato a proprio nome o a nome di un altro membro della propria famiglia. Per ulteriori approfondimenti circa la norma del Decreto fiscale 2020 che amplia i confini del Decreto Bersani, rimandiamo alla sezione Domande Frequenti del sito, dove abbiamo dedicato una pagina alla spiegazione approfondita di cos'è e come funziona l'assicurazione RC familiare.

L’applicazione della miglior classe di merito porterà un risparmio sui premi assicurativi pagati dalle famiglie con più di un veicolo. Facciamo un esempio: ipotizziamo che all’interno di un nucleo familiare vi siano un’auto del padre in prima classe e lo scooter del figlio in sesta classe. Grazie all’RC familiare, il figlio potrà godere al rinnovo della polizza della migliore classe di merito del genitore e, quindi, di una tariffa più vantaggiosa dal punto di vista economico.

Ricordiamo che l’estensione della classe non potrà essere applicata per i mezzi a noleggio e per quelli aziendali intestati al datore di lavoro.

Anche con l’entrata in vigore della RC familiare, sarà opportuno per gli assicurati continuare a minimizzare i costi assicurativi grazie alla comparazione online delle tariffe. Segugio.it è il comparatore leader in Italia, in quanto permette di individuare in soli tre minuti le soluzioni più vantaggiose per assicurare i veicoli della propria famiglia. Il portale consente di calcolare in contemporanea un gran numero di preventivi inserendo solo pochi dati, quali le proprie generalità, le caratteristiche del mezzo e la storia assicurativa.