logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555

Cambiare compagnia assicurativa

Spesso confrontando le assicurazioni RC Auto delle diverse compagnie assicurative ci si accorge che cambiare compagnia è la scelta migliore per ottenere l'assicurazione più economica per il proprio profilo.

Attualmente il mercato delle polizze auto/moto/autocarro propone una moltitudine di offerte capaci di soddisfare qualsiasi cliente. Il modo migliore per valutarle è di confrontarle utilizzando un servizio di comparazione: attraverso Segugio.it è possibile visualizzare i preventivi più convenienti delle compagnie che operano online. Quest'ultime sono sempre più apprezzate dagli utenti, perchè capaci nella maggior parte dei casi di proporre agli utenti tariffe inferiori rispetto alle imprese assicurative tradizionali.

Dal 2013 si cambia più facilmente

Per agevolare i contraenti italiani, il Governo ha abolito definitivamente il tacito rinnovo per le polizze RC Auto – e per le eventuali garanzie accessorie stipulate in abbinamento – grazie all'approvazione del Decreto Sviluppo Bis (decreto legge numero 179 del 18 ottobre 2012)

Dal primo gennaio del 2013 cambiare compagnia di assicurazioni è quindi un processo veloce e semplice. L'abolizione del rinnovo automatico ha portato diversi vantaggi per chi stipula, ossia:

Con l'abolizione del tacito rinnovo c'è stata anche l'introduzione di un periodo di tolleranza per la polizza, vale a dire un intervallo di 15 giorni successivi alla scadenza in cui la copertura resta attiva. Durante questo periodo il mezzo può circolare sulle strade italiane senza nessuna restrizione ed eventuali sinistri causati dall'assicurato saranno liquidati dalla compagnia. Dal sedicesimo giorno, il guidatore che circola senza copertura assicurativa dovrà fare i conti con quanto prescritto dal Codice della Strada. L'articolo 193, secondo comma, consente infatti alle forze dell'ordine di elevare una multa che varia dagli 868 ai 3.471 euro, oltre alla sanzione accessoria del sequestro del mezzo (che sarà prelevato, trasportato e depositato in luogo non soggetto a pubblico passaggio individuato dall'organo accertatore o, in caso di particolari condizioni, concordato con il trasgressore).

Cambiare assicurazione prima della scadenza

Con l'abolizione del tacito rinnovo le tradizionali polizze RC Auto devono avere una durata massima di 12 mesi: prima di questo termine l'assicurazione non può essere disdetta , a meno che non sussistano particolari condizioni. Dunque, la firma del contratto vincola il cliente, che si impegna a corrispondere il premio assicurativo integrale o rateizzato – a seconda della modalità di pagamento scelta.

Tra i casi che prevedono la disdetta della polizza prima della scadenza , ci sono la vendita, la rottamazione, l'esportazione all'estero e il furto del veicolo . È bene specificare che la richiesta di disdetta del contratto di assicurazione deve essere inoltrata alla compagnia allegando l'atto di vendita/demolizione/esportazione del veicolo o la denuncia in caso di furto. In più, il contraente otterrà il rimborso della parte di premio pagato ma non goduto : la cifra viene calcolata sulla base di quanto previsto dal Codice delle assicurazioni private , ovvero in proporzione all'intervallo di tempo che rimane fino alla scadenza dell'assicurazione. Dall'ammontare del rimborso si devono però detrarre le spese per l'imposta pagata dall'assicuratore e per il contributo al Servizio Sanitario Nazionale.

I documenti necessari alla nuova compagnia per la polizza

Per stipulare l'RC Auto serviranno:

Tuttavia, dal primo luglio 2015 l'attestato di rischio è diventato elettronico , ossia consultabile direttamente online. Dunque, il cliente non è più costretto a presentare personalmente il documento alla nuova agenzia assicurativa: quest'ultima può comodamente trovarlo all'interno del database gestito dall'ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicurative), in cui tutte le compagnie sono tenute a depositare gli attestati dei singoli assicurati. Ulteriori vantaggi dell'attestato elettronico sono ha la riduzione delle contraffazioni dello stesso documento e la maggiore velocità delle procedure per emettere la polizza .

L'assicurato può visualizzare l'attestato di rischio in un'area riservata sul portale della compagnia resa accessibile tramite credenziali. Le stesse compagnie sono tenute a caricarlo in quest'area almeno trenta giorni prima della scadenza della polizza e della stipula di un nuovo contratto assicurativo. A richiesta, gli assicurati possono ottenere una copia dell'attestato direttamente su carta o riceverlo tramite posta elettronica.