RC Auto: l’estate porta polizze più care

13/09/2017

Mai come in questo periodo il settore delle assicurazioni auto è al centro delle attenzioni della politica e dei mass media, una situazione dovuta alle riforme entrate in vigore con la nuova Legge annuale per il mercato e la concorrenza.

Ne abbiamo parlato nella news "RC Auto: è legge il Ddl concorrenza", anticipando il probabile taglio dei premi sia per chi accetta di sottoporre il veicolo a un’ispezione preventiva da parte della compagnia, sia in caso di installazione della scatola nera o del dispositivo che controlla il tasso di alcolemia. I vantaggi per gli assicurati arrivano al momento giusto, visto che le ultime rilevazioni parlano di un aumento delle tariffe RC Auto.

La conferma arriva dall’Osservatorio di Segugio.it, il servizio di analisi che scandaglia tutte le informazioni relative alle assicurazioni auto, secondo cui il miglior prezzo medio ottenuto dalla media delle migliori offerte trovate sul portale dagli utenti è salito nel semestre in corso a 445 euro, segnando un + 7,2% sui primi 6 mesi del 2016.

Il bollettino sottolinea come le polizze siano diventate più costose in quasi tutte le province italiane. Napoli si conferma la città con i prezzi assicurativi maggiori per le quattroruote, 777 euro, e con un aumento rispetto al primo semestre di circa 70 euro. A seguire troviamo Caserta (726 euro) e Prato (715 euro) mentre tra le più economiche si distingue Pordenone, 298 euro, che paga comunque un +3% sui primi 180 giorni.

L’aumento generale degli importi potrebbe dipendere in parte dalla diminuzione del numero di automobilisti che non ha commesso sinistri negli ultimi 5 anni, scesi di oltre un punto percentuale (ora all’84,25%). Come anticipato nella news "RC Auto, quanto aumenta dopo un sinistro?" l’eventuale responsabilità di un incidente sarà segnalata sull'attestato di rischio (il documento che certifica la storia assicurativa dell’intestatario della polizza), influendo negativamente durante gli anni successivi sull’importo da versare alla compagnia. L’assicurato perderà due posizioni all’interno della classe di merito per l’applicazione del malus, con la tariffa che aumenterà indipendentemente dai danni provocati.

Un altro dato strettamente correlato al costo RC Auto (e ai sinistri) è il calo degli assicurati in prima classe di merito, -1,5% sul periodo gennaio-giugno: l’importanza della classe è spiegata in modo dettagliato in "Assicurazioni: i fattori che incidono sulla tariffa".

Per quanto riguarda invece il parco circolante, l’Osservatorio conferma l’alta anzianità delle vetture risultata dalle statistiche ufficiali dell’ACI (Automobile Club d’Italia). Ancora una volta l’età media delle quattroruote risulta superiore ai 10 anni, con il 74% dei veicoli che sono immatricolati da più di sei anni e solo il 12,85% per quelle targate da meno di 36 mesi.

Secondo un’indagine di Autopromotec, dal 2010 al 2016 il tasso di rinnovo delle auto italiane è stato del 29,5%, vale a dire meno di un’auto su tre, una percentuale che sale al 40% nel nord-est d’Italia ma che scende al 15% al Sud. Dunque in media il 70,5% delle auto in circolazione avrebbe più di otto anni. I dati portano all’attenzione un problema non di poco conto, visto che vetture più vecchie è sinonimo di mezzi meno sicuri: le più recenti statistiche dicono che un'auto nuova dà una probabilità di sopravvivenza tre volte maggiore rispetto ad una di 10 anni fa. Un’altra considerazione non trascurabile è anche quella economica: se le macchine sono più sicure gli incidenti causano meno danni e una tariffa assicurativa che può anche scendere.

Ricordiamo che utilizzando il servizio di comparazione di Segugio.it è possibile individuare le tariffe auto più convenienti sul mercato: il risparmio medio conseguibile tramite la comparazione è pari al 45,7% della tariffa media RC. Il portale confronta le polizze offerte dalle varie compagnie in modo semplice e intuitivo e senza dover inserire più volte gli stessi dati.

Ipotizzando di voler assicurare una Mini Countryman 1.5 One D Boost (acquistata da un 40enne di Pesaro, prima classe di merito, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media annua di 20.000 chilometri), si scopre che il prezzo più basso è quello di Zurich Connect che propone una copertura per guidatori con più di 25 anni a 261,09 euro. Buoni i massimali, che si attestano entrambi (danni alle cose e alle persone) sui 7,5 milioni di euro.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
RC Auto: l’estate porta polizze più care Valutazione: 4,2/5
(basata su 6 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare