Ania: più convenienti i premi assicurativi

09/09/2017

I prezzi assicurativi dei veicoli circolanti in Italia continuano a mantenersi su bassi livelli, attestandosi nel mese di giugno su valori vicini a quelli registrati nei 30 giorni di marzo – già riportati nella news "Senza sosta il calo del premio medio RC Auto.

A dirlo è l’ultimo rapporto presentato dall’ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicurative) che ha diffuso i dati relativi all’andamento del premio per le principali tipologie di veicoli (autovetture, motocicli e ciclomotori). Per il totale delle stipule, la tariffa media delle polizze rinnovate (al netto delle tasse) è scesa dai 355 euro del giugno 2016 ai 344 euro dello stesso periodo di quest’anno, corrispondente a un calo percentuale del 3,1%.

L’indagine ha coinvolto una quota significativa di imprese operanti in questo settore (circa l’85% delle coperture assicurative totali) e considera la garanzia di responsabilità civile – escludendo le polizze flotta e temporanee. Il bollettino analizza le sole polizze che giungono al rinnovo nei portafogli delle imprese (e di cui si conosce la tariffa pagata dall’utente durante i 12 mesi precedenti), non includendo i nuovi contratti riguardanti assicurati che cambiano compagnia per ottenere una rata annuale più vantaggiosa.

In particolare, le autovetture (che rappresentano il 71,8% dei contratti) hanno fatto segnare rispetto a un anno prima una diminuzione della tariffa maggiore del dato generale, vale a dire -3,6%: il premio per i motocicli, pari a 240 euro, risulta più basso dell’1,5%, mentre resta stabile sui 148 euro il prezzo medio dei ciclomotori. Esaminando i dati dell’ultimo quinquennio si nota una flessione del costo RC di circa 91 euro, visto che a giugno del 2012 l’importo rilevato era di 435 euro (circa il 21% in più).

Al fine di stimare l’effetto complessivo sulla spesa degli assicurati, si è tenuto conto che le imposte (15,7%) e il contributo al Servizio Sanitario Nazionale (10,5%) pesano mediamente per il 26,2% del premio, un dato sostanzialmente in linea con gli anni passati. Dunque, confrontando quanto versato mediamente dai clienti nel giugno 2016 e nello stesso mese del 2017, si registra un premio medio della copertura incluse le tasse che è sceso rispettivamente dai 448 ai 434 euro (-14 euro per ogni veicolo).

Nei prossimi mesi la spesa per le polizze potrebbe continuare a essere favorevole agli assicurati, grazie alla riforma contenuta nella Legge annuale per il mercato e la concorrenza che promette sconti ai guidatori che accettano clausole antifrode. Il Ddl mira a diminuire le truffe grazie anche allo stop dei testimoni di comodo e a garantire alle vittime dei sinistri risarcimenti più equi, utilizzando le tabelle di Milano per la stima dei danni non patrimoniali.

Il probabile abbassamento delle tariffe dovrebbe influire positivamente sul dilagante fenomeno dell’evasione assicurativa. Le ultime stime parlano di circa 5 milioni di veicoli (+13%), anche se per le sole auto si è scesi dai 3,4 milioni registrati nel 2015 agli attuali 2,9 milioni. L'ANIA sottolinea come questo effetto sia da attribuire alla dematerializzazione del tagliando di assicurazione – di cui ci siamo occupati nell’articolo "Contrassegno assicurativo, va esposto?" – che ha costituito un incentivo ad assicurarsi per via dei nuovi controlli delle Forze dell'Ordine. Gli agenti infatti hanno potuto verificare la regolarità assicurativa direttamente su strada tramite l’accesso all’archivio informatico sulle coperture.

Ricordiamo che utilizzando il servizio di comparazione di Segugio.it è possibile individuare la tariffa assicurativa più conveniente sul mercato. L’utente può confrontare le polizze auto/moto delle diverse compagnie in modo semplice e intuitivo, grazie ai preventivi gratuiti ottenuti dalla simulazione realizzata dal portale. Ipotizzando di voler assicurare una Volkswagen Passat 2.0 TDI Highline BlueMotion Technology (acquistata da un 40enne di Pavia che si trova da più anni in prima classe di merito, nessun incidente negli ultimi 5 anni, percorrenza media ogni 12 mesi di 30.000 chilometri) la soluzione più conveniente è quella proposta da Genertel, che consente all’utente una spesa annua di 235,95 euro. La compagnia offre una formula di guida esperta (maggiori di 25 anni), applicando un massimale di 6,070 milioni di euro per i danni alle persone e 1,220 milioni di euro per quelli alle cose.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Ania: più convenienti i premi assicurativi Valutazione: 2,6/5
(basata su 19 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

800 999 555 CONSULENZA GRATUITA
Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO

Recupera Preventivi

PREVENTIVO AUTOCARRO

Recupera Preventivi

come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare