Le clausole contrattuali nell’RC Auto che fanno la differenza

18/10/2016

La scelta dell’assicurazione auto non dipende solo dal suo prezzo, ma anche dalle condizioni contrattuali che permettono all’automobilista di individuare la polizza più adatta alle proprie esigenze. L’acquisto dell’RC Auto passa infatti per una serie di clausole, la cui sottoscrizione permette una maggiore tutela dell’assicurato in caso di incidente.

Particolare attenzione merita la clausola di rivalsa – una condizione che riduce il costo finale del premio – e che prevede l’esclusione della copertura a seguito del verificarsi di particolari situazioni in caso di sinistro. In particolare, la compagnia rimborsa i danni provocati dall’assicurato, salvo pretendere in un secondo momento quanto versato. Questo iter si applica in caso di circostanze di una certa gravità, come la guida in stato di ebbrezza o sotto l’influenza di sostanze stupefacenti e il mancato rispetto della guida esclusiva (da parte del solo contraente della polizza) o esperta (minori di 26 anni).

In crescita il numero di assicurati che stipula il cosiddetto bonus protetto che permette di non considerare il primo sinistro causato al momento del calcolo del premio successivo, conservando la classe di merito interna maturata precedentemente. Tuttavia il meccanismo funziona solo se non si cambia la compagnia assicurativa, poiché la Classe Universale riportata dall’attestato di rischio risentirà dell’incidente. 

Un’ulteriore condizione da esaminare è quella che obbliga il contraete a rivolgersi ad una carrozzeria convenzionata con la stessa assicurazione, offrendo quindi il risarcimento in forma specifica del danno. In questo caso la compagnia non invierà l’assegno per le spese di riparazione all’assicurato ma chiederà allo stesso di rivolgersi a un professionista appartenente al proprio circuito convenzionato. La formula mette in luce due aspetti controversi: da una parte il vantaggio del cliente di usufruire di uno sconto sul premio, dall’altra la privazione della facoltà di potersi rivolgere a un carrozziere di propria fiducia che egli stesso reputa più capace per ottenere un servizio di riparazione a regola d’arte.

Ricordiamo che la regola base da seguire quando si stipula una polizza auto è quella di informarsi, consultando soprattutto i fascicoli informativi di ogni proposta che oggi sono molto più semplici da valutare. Come già specificato nell’articolo "Verso la semplificazione dei contratti assicurativi", la nota informativa è più comprensibile e snella in quanto ridotta per la RC Auto base a sole tre pagine.

La migliore assicurazione passa sempre da Segugio.it, il portale che permette di confrontare le proposte delle varie compagnie e di offrire agli utenti la soluzione più adatta al proprio profilo di assicurato. Ipotizzando di voler assicurare una Lancia Ypsilon 1.3 Multijet (acquistata da un 27enne di Milano, prima classe di merito con legge Bersani nel 2010, zero sinistri con colpa negli ultimi 5 anni, percorrenza media di 30.000 chilometri), il prodotto più conveniente è della compagnia Genertel.it che offre una copertura per guidatori esperti (con più 25 anni) a 234,98 euro. In caso di guida di un conducente con età inferiore ai 25 anni (o con meno di due anni di patente) Genertel applicherà una franchigia di 350 euro, oltre a quella eventualmente prevista.

A cura di: Paola Campanelli

Come valuti questa notizia?
Le clausole contrattuali nell’RC Auto che fanno la differenza Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)

ARTICOLI CORRELATI:

Confronta i preventivi
PREVENTIVO AUTO
  /  
Preventivo auto

Recupera Preventivi

PREVENTIVO MOTO
  /  
Preventivo moto
come funziona
Guarda il video e scopri com’è facile risparmiare